Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK
ambasciata_sanaa

Iniziative promozionali

 

Iniziative promozionali

 

Le buone relazioni  diplomatiche e commerciali che caratterizzano il rapporto fra l’Italia e lo Yemen si possono riscontrare anche nella sinergia che negli ultimi anni ha coinvolto le Camere di Commercio italiane – compresa la Camera di Commercio italo-araba – e la Federazione delle Camere di Commercio e dell’Industria yemenita e le Camere di Commercio in essa federate. Nel periodo 2001-2005, le Camere di Commercio di Parma, di Vicenza e di Salerno e la Camera di Commercio italo-araba sono state protagoniste di eventi commerciali, organizzati in collaborazione con l’Ufficio Commerciale dell’Ambasciata italiana a Sana'a, volti a promuovere il “made in Italy” ed a creare proficui contatti commerciali fra le realtà imprenditoriali italiane e quelle yemenite.

La Camera di Commercio di Parma si è resa protagonista nel 2001 di un’esposizione di prodotti alimentari presso il centro espositivo “Apollo Center” di Sana'a. L’anno successivo è stata la Camera di Commercio di Vicenza a rappresentare l’industria italiana, nel settore della gioielleria e del pret-a-porter, con una mostra tenutasi presso l’hotel Sheraton di Sana'a. Nel 2003 è stata la volta della Camera di Commercio di Salerno – in collaborazione con la Regione Toscana -, che ha rappresentato il mondo imprenditoriale italiano nel corso di una settimana di eventi commerciali e culturali finalizzati a promuovere l’industria e la cultura italiana in Yemen. Nel 2005 infine, una delegazione della Camera di Commercio italo-araba, su invito dell’Ambasciata d’Italia a Sana'a e della Federazione delle Camere di Commercio dello Yemen, ha visitato per la prima volta lo Yemen. Durante la visita si è svolto un seminario dal titolo “Opportunità d’affari e d’investimento tra l’Italia e lo Yemen”, che ha visto la partecipazione di numerosi imprenditori yemeniti. Gli industriali facenti parte della delegazione hanno avuto modo d’incontrare il Ministro dell’Industria e quello del Piano e della Cooperazione internazionale yemenita, e di avere colloqui individuali con imprenditori locali interessati a stringere relazioni commerciali con l’Italia. Inoltre, la delegazione ha avuto un interessante spazio di visibilità attraverso un “Italian desk” presso la Fiera internazionale di Shumayla, presso la quale esponevano la loro produzione numerose realtà industriali del mondo arabo. Quest’ultima iniziativa offre l’occasione per parlare della funzione e delle attività delle Camere di Commercio yemenite e della Federazione che le riunisce. La Federazione delle Camere di Commercio e dell’Industria yemenite, con sede a San’aa, è l’istituzione che riunisce diciotto Camere di Commercio presenti nel paese, fra cui ricordiamo quelle delle città di Sana'a, ‘Aden, Ta’izz, al-Hodeydah e al-Mukallah. La Federazione è preposta al coordinamento del settore commerciale privato, alla promozione degli scambi commerciali con l’estero e degli investimenti. Essa per lungo tempo è stata la sola rappresentanza di tutti gli imprenditori e delle attività economiche non-statali in genere. Quest’organizzazione ha riempito il vuoto causato dall’assenza di organizzazioni non-commerciali, fornendo alcuni servizi essenziali agli uomini d’affari yemeniti. Le attività delle Camere di Commercio yemenite e della Federazione sono finalizzate a: rafforzare la ricerca nei campi economico, professionale e tecnologico, creare una banca dati in grado di soddisfare le necessità degli operatori economici yemeniti, allargare le prospettive e gli orientamenti d’azione degli imprenditori yemeniti, organizzare fiere ed esposizioni mirate alla promozione dei prodotti yemeniti e sostenere la partecipazione yemenita alle fiere che si svolgono all’estero, realizzare un centro-servizi per gli investitori che fornisca loro studi di fattibilità, consulenza amministrativa e tecnologica, informazioni sui mercati per l’esportazione, sulle materie prime, ecc.


76